Home / Dove investire oggi: analisi dei mercati / La Federal Reserve alza i tassi a 1.25% nonostante le news negative

La Federal Reserve alza i tassi a 1.25% nonostante le news negative

Oramai sembra chiaro. La Federal Reserve ha un piano scritto già da tempo. Il dollaro deve essere portato su, succeda quel che succeda. Le news su un possibile Trump impeachment, il Non Farm Payrolls molto negativo, i dati negativi sulle vendite dei beni al dettaglio, l’indice dei prezzi al consumo al di sotto delle aspettative non sono bastati alla Fed per dire che non era il caso di alzare i tassi. Tanto è vero che il 14 giugno 2017 la Fed ha alzato i tassi di interesse portandoli dal 1.00% al 1.25%, il secondo rialzo dell’anno. E a questo punto, ci possiamo tranquillamente aspettare anche il terzo rialzo per dicembre, tanto le news negative non sembrano contare più per la Fed.

Oggi ulteriori note dolenti per l’economia USA, sono stati infatti pubblicati i permessi di costruzione rilasciati a maggio che sono stati molto al di sotto delle aspettative.

Adesso aspetteremo il PIL trimestrale programmato per il 29 giugno e vedremo se effettivamente l’economia americana è in netto calo come mostrano i dati pubblicati o se si tratta di “fenomeni di transizione” che lasciano il tempo che trovano.

Ad ogni modo, questo è poco ma sicuro, basterà una news positiva a dare la spinta al dollaro per apprezzarsi nuovamente sulle altre valute e recuperare il “poco” terreno perso in questi giorni. Un altra moneta credo che sarebbe sprofondata al posto del USD e invece il dollaro statunitense sembra essere sorretto dalle forti braccia della Fed che vogliono portarlo su ancora per un pò.

L’oro che è quotato in dollari, in questi casi si sarebbe dovuto apprezzare non poco, visto che viene considerato un bene di rifugio, e invece sta scendendo con una certa continuità passando dai 1294 dollari per oncia ai 1254.

La mia idea di trading pertanto resta quella di vedere ancora per un pò il dollaro forte. Quello che mi aspetto quindi è un apprezzamento rispetto alle altre valute ed in particolar modo rispetto al dollaro neozelandese che sembra aver toccato un massimo di canale bearish e può essere pronto a scendere visto anche le ultime candele heikin ashi daily di indecisione che sta mostrando.

La mia analisi su NZD/USD la trovate qui.

Analisi forex: NZD/USD short

Ovviamente si tratta di una idea di trading che può essere pertanto giusta o sbagliata e pertanto chiunque decidesse di seguirla lo farà a proprio rischio e pericolo.

Claudio Autiero

Trader indipendente di Criptovalute
x

Check Also

osoil short dopo opec 25 maggio 2017

USOIL short dopo accordi OPEC del 25 maggio 2017

I paesi dell’OPEC si sono messi d’accordo nella riunione di oggi prorogando i tagli di altri ben 9 mesi e questo per dare maggior valore all’oro nero. In realtà però i mercati sembra che già abbiano scontato questa news in ...