Home / Blockchain: cos’è e come funziona

Blockchain: cos’è e come funziona

Cos’è la blockchain

Blockchain

Guida per i principianti che vogliono capire cos’è la blockchain e come è collegata al mondo fintech delle criptovalute.

La blockchain è la tecnologia che ha permesso a bitcoin e ad altre criptovalute di esistere. Il motivo? Perché va a risolvere un problema informatico che ha caratterizzato l’era pre-blockchain, ovvero la duplicazione delle informazioni. Grazie alla blockchain si possono creare delle informazioni assolutamente non falsificabili, concetto che sta alla base del concetto di una valuta, uno strumento che per funzionare correttamente per l’appunto non deve essere falsificabile. Senza questa tecnologia geniale, era impossibile creare valute digitali. Ecco quindi che la blockchain entra ufficialmente nel mondo della tecnologia finanziaria più comunemente conosciuto con il termine fintech.

Ma la blockchain non è solo fintech, è molto di più. La blockchain può essere adottata praticamente da qualsiasi settore. Ethereum per esempio non è solo una criptovaluta ma una vera e propria piattaforma che sfrutta la tecnologia blockchain per dar vita agli smart contract, ovvero a quei contratti intelligenti che hanno lo scopo di poter controllare qualsiasi processo in modo “super partes” comportandosi come dei notai che vanno a validare le operazioni in modo univoco e trasparente.

Come funziona la blockchain

La blockchain è una catena di blocchi (ecco perché block + chain) crittografati concatenati. Ogni blocco è concatenato al precedente e al successivo che viene creato. Quindi possiamo definire la blockchain come un  registro unico che però è al tempo stesso pubblico e distribuito. È pubblico perché è di libero accesso. Chiunque può andare a leggere le informazioni presenti nella blockchain, in qualsiasi momento e per qualsiasi blocco creato. È distribuita perché non gira su un unico server, ma contemporaneamente su moltissimi server. La blockchain del bitcoin, per esempio, è un unica catena di blocchi crittografati ed è quindi un unico registro che però non è presente su un unico server, ma su centinaia di migliaia di server, ed ovviamente tale registro è identico su qualsiasi server, a garanzia del fatto che le informazioni registrate (nel caso della blockchain del bitcoin si parlerà di transazioni registrate) sono esattamente quelle, uguali per tutti e non modificabili. Se infatti qualcuno provasse a modificare la blockchain, andrebbe a modificarla per il server sul quale ha eseguito la modifica, ma a questo punto tutti gli altri server si accorgerebbero di questa anomalia e l’andrebbero immediatamente a correggere.

È importante comprendere che quando si parla di blockchain non si parla sempre della stessa catena, ma si parla della stessa tecnologia che però è costruita ed implementata in modo differente a seconda del progetto al quale si riferisce. Esiste la blockchain di Bitcoin che è diversa da quella di Bitcoin Cash che è diversa da quella di Ethereum che è diversa da quella di Ripple e così via.

Smart contract e blockchain

Lo smart contract è un codice che permette di validare in modo univoco, trasparente ed inalterabile, una determinata condizione e, successivamente, di fare in modo che venga eseguita l’azione che deriva dalla validazione della condizione. Potrebbe sembrare un concetto estremamente complesso, ma con un esempio pratico vi sarà tutto più chiaro. Pensiamo alle scommesse sportive. Uno smart contract può essere in grado di verificare se la scommessa piazzata da un utente risulta perdente o vincente e in quest’ultimo caso di pagare la vincita. Ma questo è soltanto un banalissimo esempio. Uno smart contract è ad esempio in grado di validare i voti durante le votazioni e di stabilire chi è il vincitore, quindi potrebbe essere utilizzato per le elezioni senza aver il timore che qualcuno possa manipolarne i risultati. Uno smart contract è in grado di gestire un asta, così come una lotteria o un impresa immobiliare. Ho citato questi esempi, perché proprio sulla blockchain di ethereum stanno nascendo moltissime startup che fondano il proprio business proprio sulle tipologie di smart contracts poc’anzi citate. La cosa che accomuna tutte queste nuove imprese è la voglia di sviluppare un business sicuro, trasparente, non falsificabile e questo è possibile grazie alla tecnologia della blockchain.

Come leggere le informazioni sulla blockchain

Esistono dei siti esploratori di blockchain, ovvero che servono per andare a leggere i dati presenti nei blocchi. Il più famoso explorer della blockchain di bitcoin è blockchain.info. Per la blockchain di Ethereum invece c’è ad esempio Etherscan.io.

Cos'è la blockchain Guida per i principianti che vogliono capire cos'è la blockchain e come è collegata al mondo fintech delle criptovalute. La blockchain è la tecnologia che ha permesso a bitcoin e ad altre criptovalute di esistere. Il motivo? Perché va a risolvere un problema informatico che ha caratterizzato l'era pre-blockchain, ovvero la duplicazione delle informazioni. Grazie alla blockchain si possono creare delle informazioni assolutamente non falsificabili, concetto che sta alla base del concetto di una valuta, uno strumento che per funzionare correttamente per l'appunto non deve essere falsificabile. Senza questa tecnologia geniale, era impossibile creare valute digitali. Ecco…

Score

Globale

Voto Utenti : 4.85 ( 1 voti)