Home / Strategie di trading / Trendline: la strategia di trading vincente

Trendline: la strategia di trading vincente

Le trendline sono lo strumento più potente di cui dispone un trader, ma in molti non lo sanno. Sembra troppo semplice impostare una strategia di trading solo sulle trendline, eppure i migliori profitti li abbiamo ottenuti semplicemente seguendole.

Scegli le migliori piattaforme trading con le quali poter effettuare analisi tecnica in modo professionale.

Avete mai sentito dire “Trend is your friend“? Credo proprio di si, e posso garantirvi che non c’è modo migliore di seguire il trend se non quello di tracciare delle belle trendline. Ecco, qui sta il punto. Saper disegnare le trendline non è difficile ma non deve essere fatto in modo superficiale. Un trader esperto si differenzia da un trader normale semplicemente perché è in grado di disegnare delle buone trendline e su di esse sa costruire una posizione profittevole.

Posso tranquillamente sostenere che le trendline sono il vero segreto per un trader vincente.

Prima di spiegarvi come disegnare bene come si disegnano le trendline voglio farvi presente che una volta individuate possiamo essere in grado di ottenere dei profitti smisurati a fronte di un rischio irrisorio.

Attenzione, non dico che con questa strategia che adesso vi spiegherò andremo a guadagnare su ogni operazione, ma semplicemente voglio dire che i take profit che imposteremo saranno molto più ampi degli stop loss e che quindi possiamo permetterci di perdere anche 7 trades su 10, e di conseguenza di vincerne solo 3 su 10 per poter avere il nostro portafoglio ampiamente in attivo.

Diventa un Trader esperto con la piattaforma di trading di iq option

Strategia di trading con le trendline

Sembra strano, ma effettivamente è molto semplice da applicare e da gestire e ci permette di meccanizzare il nostro processo di trading eliminando così il fattore emotivo che è quello che incide maggiormente nelle operazioni dei trader.

Tale strategia può essere applicata per qualsiasi time-frame ma ritengo che possa essere maggiormente profittevole in H4 o in D, ovvero nel 4 ore o nel daily (giornaliero).

Prendiamo un grafico a barre daily di un qualsiasi strumento finanziario, in questo caso del Gold, e allontaniamoci con lo zoom in modo da aver un quadro della situazione più chiaro e completo.

trendline: apriamo il grafico dello strumento finanziario

Come vedete abbiamo un grafico a barre che ci mostra una serie di minimi crescenti molto evidenti. Come in ogni trend rialzista non troveremo solo candele verdi ma un alternarsi in modo apparentemente randomico, apparentemente disordinato di candele rosse e verdi che nel complesso vanno a disegnare dei minimi crescenti che stanno appunto ad indicare che siamo in un trend daily rialzista, o bullish nella terminologia anglosassone.

Quello che dobbiamo fare in un trend rialzista è vedere se esiste una trendline, una linea di tendenza che congiunge due o più minimi in modo preciso.

trendline applicata sui minimi

Come potete vedere la trendline esiste ed è anche estremamente precisa. Per essere sicuri però che si tratti di una valida trendline dobbiamo essere in grado di trovare una parallela d essa che passi per i massimi di trend, se esiste.

trendline applicata sui massimi

Come potete vedere, esiste una trendline parallela che passa per i massimi, anche se il massimo centrale la supera e poi rientra. L’importante è che abbiamo individuato un buon canale di trend sviluppato sulla trendline dei minimi.

Adesso non ci resta che cercare il momento migliore per entrare nel mercato, in questo caso long.

Quando entrare nel mercato?

Ci sono a mio avviso due opportunità, una più rischiosa ma con margini di profitto più alti e l’altra meno rischiosa ma con margini di profitto inferiori.

1° opportunità: in prossimità della trendline sui minimi possiamo entrare long impostando uno stop loss pari alla lunghezza della barra che va a toccare la trendline e un take profit sulla trendline costruita sui massimi. Come vedete in questa operazione c’è un rapporto risk/reward pari a 7.3 che è in genere un rapporto medio di 1:7 che spesso riscontriamo in questa strategia.

2° opportunità: impostare il grafico con candele Heikin Ashi ed entrare Long dopo la chiusura della prima candela HA rialzista subito dopo il tocco della trendline sui minimi.

Ingresso a mercato con la strategia delle trendline

 

Non è detto che tale operazione venga chiusa in profitto. Il prezzo può anche sfondare la trendline e farci scattare lo stop loss, ma generalmente quando individuiamo trend line così precise ci sono buone probabilità che il trend possa rimbalzare e mandarci subito in gain con la nostra operazione. In quest’ultimo caso la posizione potrà essere gestita magari impostando prima uno stop loss a break even in modo da eliminare totalmente la possibilità di perdere soldi in questo investimenti, per poi magari spostandoci in con un trailing stop ad un numero di pips impostati da noi, anche se generalmente io preferisco aspettare il raggiungimento del primo take profit.

… e se la trendline dovesse essere rotta?

Niente paura, questa strategia prevede anche la possibilità di aprire un nuovo investimento in caso di rottura della trendline sui minimi, questa volta però in short.

rottura della trendline

In questo caso andremo a misurare la volatilità del canale di trend individuato (riga blu tratteggiata) e tracceremo una parallela alla prima trendline traslata al ribasso di una misura pari alla volatilità individuata. Ci terremo pronti ad entrare short non appena verrà violato il supporto che abbiamo inserito all’altezza del minimo dell’ultimo swing indicato con la linea verde. Alla rottura di tale supporto potremmo pertanto entrare short impostando uno stop loss di poco sopra la prima trendline sui minimi e un take profit sulla proiezione della trendline che abbiamo tracciato per ultimo così come indicato nel grafico qui sopra.

Questa è una nostra strategia di trading che ci ha dato moltissime soddisfazioni e ce ne sta continuando a dare ma non per questo è una garanzia di successo sebbene i rischi siano controllati. In questo articolo infatti ci siamo limitati ad illustrare la nostra strategia di trading senza invitare nessuno ad investire in questo modo.Pertanto, qualora decidesse di applicarla lo farete a vostro rischio e pericolo sollevandoci da qualsiasi responsabilità.

 

Trader

x

Check Also

grafico heikin ashi con livelli di supporto e di resistenza

Strategia Heikin Ashi: quando entrare e uscire dal mercato

La strategia Heikin Ashi è tra le strategie di trading che in assoluto un buon trader deve conoscere perché è quella che oltre ad essere tra le più semplici strategie da utilizzare è anche quella che con più frequenza ci ...